Marinela Alia Ancislink in Albania

Alcuni progetti socio-culturali svolti dalla responsabile Ancislik per l’Albania, Marinela Alia.

L’anno scolastico 2015 si è concluso con varie attività svolte nelle scuole della città di Kavaje in cui il messaggio e l’oggetto delle tematiche hanno a che fare con lo sviluppo del nostro paese, dall’educazione della nuova generazione, da diversi seminari con insegnanti e comunità contro la violenza della donna, con attività di integrazione e socializzazione della comunità Rom e Egiziani, rappresentando i valori culturali della loro comunità.

Ad agosto 2015 è stata organizzata una partita di calcio tra i detenuti del carcere minorile di Kavaje, in collaborazione con le Suore del Cenacolo Domenicano di Kavaje, e i volontari italiani della Parrocchia di San Domenico a Cerignola (FG).

“Amate la vita, proteggetela!”. Il 2 ottobre, giornata internazionale “Stop alla Violenza”. I bambini della scuola Mehmet Babamusta di Kavaje hanno interpretato questo grande giorno con un significativo messaggio verso i genitori, gli adolescenti alla comunità: “Non ci picchiate, non violentate noi e le nostre mamme perché la vita è santa e nessuno ha il diritto di togliercela”. In quest’attività erano presenti gli insegnanti, i genitori e anche la tv locale, la quale ha trasmesso la voce degli alunni in tutta la città, come richiesta di rispetto verso i loro diritti.

Come responsabile del servizio psico-sociale nelle scuole della città, ho partecipato ad un seminario con la presenza del Ministro dell’Istruzione e dei Rappresentanti dell’Unione Europea sulla interculturalità, discriminazione, educazione e sui diversamente abili nel nostro paese. Questo incontro si è svolto il 16 e il 17 Novembre 2015 a Tirana.

L’educazione delle nuove generazioni è sempre al centro del nostro lavoro soprattutto con i bambini orfani, bambini provenienti da famiglie con difficoltà economiche, quali famiglie Rom e Egiziani, con i quali si lavora anche dopo la scuola, cercando di integrarli nella società grazie all’aiuto e alla collaborazione delle suore del Cenacolo Domenicano.

Incontro con il Vice Ministro dell’Istruzione

Incontro a Tirana con i Rappresentanti dell’ Unione Europea e il Ministro dell’Istruzione, sulla interculturalità, discriminazione, educazione e sui diversamente abili.

Stop alla violenza
2 Ottobre  Giornata internazionale contro la violenza

Attività culturali: Tradizioni e costumi tradizionali del nostro Paese

Attività dei 70 anni della Liberazione con l’integrazione dei bambini con bassa autostima - Rom, Egiziani e famiglie bisognose

Attività Stop AIDS sensibilizzazione e educazione per la Malattia del Secolo

Incontri con gli Insegnanti

Per un ambiente più pulito

Incontro nel carcere minorile di Kavaje.
Presentiamo solo il gruppo dei volontari Italiani davanti al Carcere e il messaggio del Murales.

Attività con i ragazzi Rom e Egiziani nella nostra Missione di Kavaje

Altre attività, sempre al centro, con i bambini con difficoltà economiche i quali approfittano non solo delle lezioni del doposcuola, ma anche di animazione, integrazione e divertimento come tutti gli altri bambini del mondo.

Come vedete le idee e le iniziative non ci mancano, anche se spesso troviamo ostacoli sia per la collaborazione, che per la parte economica, però l’importante è andare avanti e avere la passione di lavorare per questi bambini che saranno il futuro delle nuove generazioni.

Marinela Alia