Al via la prima edizione del “Franco Cuomo International Award”

Per la valorizzazione della cultura e dell’impegno sociale

Franco Cuomo - Vela Si è svolta la prima edizione del “Franco Cuomo International Award”, il premio che vuole ricordare l’intellettuale, lo scrittore, il giornalista ed il drammaturgo prematuramente scomparso nel 2007. Patrocinata dal Senato della Repubblica, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero dei Beni culturali, ambientali e del turismo, l’iniziativa punta a ripercorrere il percorso tracciato dall’autore nella sua poliedrica attività, presentando i tre diversi settori culturali: letteratura, saggistica e teatro, all’interno della Sezione Culturale. Non solo il “Franco Cuomo International Award” vuole sottolineare l’importanza del patrimonio culturale italiano che si pone tra l’orgoglioso passato della nostra tradizione e il futuro delle nuove esperienze: un’occasione unica per riconciliare lo spirito e la mente. La manifestazione ha avuto luogo giovedì 4 dicembre, alle ore 16.30, presso il Senato della Repubblica, nella prestigiosa Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a Roma.

Tra le personalità che hanno partecipato: il prof. Jianda Zhang, Consigliere Culturale della Repubblica Popolare cinese, l’on. Irene Pivetti, già presidente della Camera dei Deputati, il Rettore dell'Università Roma3, Mario Panizza, autorità del mondo accademico e dell'imprenditoria.

Sala Zuccari del Senato della Repubblica La giuria, presieduta dal prof. Otello Lottini, docente del Dipartimento di Lingue e Culture Straniere all’Università di Roma Tre, è composta da illustri esponenti del panorama culturale italiano: il regista Maurizio Scaparro, l’imprenditore Giuseppe Marra, a capo del gruppo multimediale GMC, di cui fa parte l’Agenzia Adnkronos, la giornalista, scrittrice e critica teatrale Emilia Costantini, il prof. Alessandro Bianchi, docente di urbanistica presso l’Università del Mediterraneo di Reggio Calabria, il giornalista Giancarlo Bosetti, fondatore della rivista Reset assieme a Norberto Bobbio e Vittorio Foa, il saggista e imprenditore Giampiero Mele, il prof. Emanuele Lelli, docente di lettere classiche al Liceo Tasso e collaboratore dell’Università La Sapienza e il prof. Paolo Acanfora, docente di Storia Contemporanea alla IULM di Milano e collaboratore della LUMSA di Roma.
Sono stati loro a decretare i sei vincitori del “Franco Cuomo International Award” della Sezione Cultura-Letteratura, Saggistica e Teatro. I titoli, infatti, saranno assegnati ad una personalità già affermata e ad un esordiente.

C’è poi la Sezione dei Premi Speciali, assegnati direttamente dall’associazione Ancislink, che può attribuire il riconoscimento ad una personalità o ad un Ente.

Partners del “Franco Cuomo International Award” sono: l’Istituto di Cultura Pantheon Design&Technology, che dal 1969 propone a Roma Formazione Professionale e Corsi Accademici di primo livello equiparati alla Laurea Triennale; FuturoQuotidiano, il media online che vuole leggere il mondo con occhi nuovi "per chi -come sostiene il suo Direttore Responsabile Giampiero Marrazzo- crede nel Futuro e nei sogni"; la Rivista Internazionale Reset Doc, recentemente protagonista di un Convegno Mondiale a New York. L'evento si è svolto con la collaborazione di Unicredit S.p.a.

Altri contenuti